Come monitorare le performance del tuo profilo sui social

La cosa più bella dei social media, ma anche la più insidiosa, è che si può monitorare praticamente quasi ogni singolo dettaglio, ogni singola azione che avviene su di essi. La difficoltà, effettivamente, sta proprio in questo. Ci sono innumerevoli metriche da tenere sotto controllo ed è impossibile monitorarle tutte. Bisogna comprendere, quindi, su quali di queste concentrarci maggiormente in base al nostro business, ma soprattutto in base al nostro obiettivo. Ma al di là di questo: come puoi monitorare le performance del tuo profilo sui social? Quali sono le metriche che, in generale, possono essere (quasi) sempre utili per valutare la bontà della tua strategia?

Come monitorare i social quando l’obiettivo è l’awareness

Le metriche da monitorare quando si ha come obiettivo l’incremento della notorietà sui social ci mostrano effettivamente quante persone guardano i contenuti che pubblichiamo e quindi quanto questi ultimi sono capaci di attirare l’attenzione degli utenti.

1. La copertura

La copertura o reach non indica altro che il numero delle singole persone che guardano i nostri contenuti.

Quando monitoriamo questa metrica dovremmo anche far caso agli utenti che la compongono: se sono follower o meno. Infatti, se in media la copertura è composta da molti più follower significa che i contenuti che stiamo condividendo sono molto apprezzati dall’algoritmo e, di conseguenza, dagli utenti. Probabilmente trattano argomenti di interesse generale e in trend.

Questa è sicuramente una buona conquista nel momento in cui la tua pagina ha l’obiettivo di farsi conoscere. Tuttavia, bisogna ricordare che oltre contenuti di questo tipo devono essere curati anche quelli che, al contrario, portano a una maggiore copertura degli utenti follower. Questi ultimi, infatti, saranno molto utili a fidelizzare la community e a renderla più compatta.

2. Impression

Le impression, al contrario della copertura, indica quante volte i nostri contenuti sono stati visualizzati. Questa metrica comprende anche il numero di tutte le visualizzazione effettuate da una sola persona, quindi è molto probabile che rappresenti un numero anche molto più alto rispetto alla copertura.

3. Tasso di crescita dell’audience

Il tasso di crescita ci dà un’idea della media dei nuovi utenti che hanno iniziato a seguire la nostra pagina in un certo periodo di tempo. Essa in pratica ci indica la percentuale degli utenti che hanno convertito su un totale di quelli che abbiamo raggiunto con i nostri contenuti.

Per calcolare il tasso di crescita, di conseguenza, dovremmo stabilire un periodo di tempo e dividere i nuovi follower che abbiamo avuto in quel periodo per l’audience totale che abbiamo raggiunto e moltiplicare il risultato per 100.

Come monitorare i social quando l’obiettivo è l’engagement

Le metriche da monitorare quando si ha come obiettivo l’incremento dell’engagement sui social ci mostrano effettivamente quante persone interagiscono con i contenuti che pubblichiamo nel momento in cui vengono visti.

1. Engagement Rate

L’Engagement Rate ci restituisce una percentuale del livello di interazione che hanno ricevuto i nostri post in base all’audiece raggiunta da questi ultimi.

In questo caso le interazioni che vengono prese in considerazione sono

  • like;
  • commenti;
  • condivisioni;
  • salvataggi;
  • click su link;
  • messaggi inviati;
  • visite al profilo;
  • click su gli stickers (per quanto riguarda le storie).

Un buon engagement rate si aggira intorno all’1% e al 5%. Tuttavia, più follower abbiamo, più è difficile raggiungere questa percentuale.

Il tasso di interazione può essere calcolato su diversi fattori.

Engagement Rate By Reach (ERR)

Il tasso di interazione basato sulla copertura è la formula più comune per calcolare, appunto, il livello di interazione con i nostri contenuti.

In questo caso possiamo calcolare l’ERR per un singolo post o per una serie di post.

Nel primo caso la formula sarà:

numero totale di interazioni per post / copertura per post * 100

Nel secondo caso, invece, la formula sarà:

Totale dell’EER / n° totale di post.

Engagement Rate by Posts (ER post)

Attraverso l’ER post possiamo capire il livello di interazione ottenuto per ogni singolo post.

La formula per calcolare il tasso di interazione per post è:

Tasso di interazione totale di un post / Post totali

Rispetto all’EER, che valuta le interazione sulla base di tutte le persone che hanno visto i nostri post, questa metrica sostituisce la copertura con i follower che rappresentano una variabile più stabile che permette, quindi, una valutazione più accurata.

Tuttavia, questa metrica non tiene conto della copertura virale che potrebbe avere un post. Questo significa che man mano che i nostri follower aumenteranno, la percentuale derivante da questa formula diminuirà.

Engagement Rate by Impressions (ER impression)

Il tasso di coinvolgimento sulle impression è molto importante soprattutto se dobbiamo valutare la bontà di contenuti sponsorizzati dato che ci dà un’idea di quante volte il nostro contenuto è apparso su ogni singolo feed.

Questa metrica si calcola facendo:

Interazioni totali di un post / Impression totali * 100

Per avere una media bisogna calcolare:

ER impression totale / post totali

Engagement Rate by Views (ER views)

L’ER Views è molto utile per calcolare il tasso di interazione dei nostri video.

Per calcolare questa metrica bisogna fare:

Totale delle interazioni su un singolo video / totale delle visualizzazioni sui video * 100

2. Amplification Rate

L‘Amplification Rate ci dà il rapporto tra le condivisioni che hanno ricevuto i nostri post in base al numero di follower complessivi.

Più questo tasso è alto, più i nostri follower stanno contribuendo a espandere la nostra rete.

Per calcolare la metrica dovremmo fare:

numero totale di condivisione di un post / numero totale di follower * 100

Virality Rate

Questa metrica è molto simile a quella precedente. Infatti misura anch’essa il livello di condivisione dei post ma lo fa basandosi sulla percentuale di impressions e non di follower.

Effettivamente, il tasso di viralità ci aiuta a capire come i nostri contenuti si stanno diffondendo in modo esponenziale.

Per calcolare il Virality Rate bisognerà dividere il numero delle condivisioni di un post per il numero delle sue impression e moltiplicare il risultato per 100.

Come monitorare i video

Chiaramente, il primo parametro che ci viene in mente per il monitoraggio dei nostri video sono le visualizzazioni.

Ogni piattaforma social conta le visualizzazioni sui video in modo diverso, ma, nella maggior parte dei casi, viene contata come view anche la visualizzazione di pochi secondi (che non conclude il video).

Per avere quindi una visione più chiara su questo tipo di contenuto sarebbe meglio affiancare a questa metrica anche il Video Completion Rate.

La percentuale di completamento, infatti, ci indica quante persone hanno guardato i nostri video fino alla fine.

Fra le due, chiaramente, la metrica più importante è quest’ultima dato che per l’algoritmo di alcuni social è molto importante.

Come monitorare lo Share of Voice e il Sentiment sui social

Per comprendere il modo in cui stiamo performando sui social abbiamo bisogno anche di calcolare queste altre due metriche.

Per quanto riguarda lo Share of Voice dei social, esso rappresenta la media delle persone che parlano del nostro brand o della nostra pagina sui social rispetto ai competitors.

Lo Share of Voice fa riferimento quindi a quante volte veniamo menzionati sul web (o, in questo caso, sui social) quando si parla del settore in cui lavoriamo e, quindi, ci fa capire quanto siamo rilevanti all’interno di esso.

A tal proposito ci si basa sia sulle menzioni diretta (attraverso i tag), sia su quelle indirette (in cui veniamo menzionati ma non necessariamente taggati).

Per calcolare lo Share Of Voice dovremmo dividere le menzioni del nostro brand per il totale delle menzioni sia del nostro che dei brand dei nostri competitor e moltiplicare il risultato per 100.

Il Social Sentiment, al contrario dello Share of Voice, ci dà un’idea dell’attitudine che le persone hanno quando parlano del nostro brand sui social.

L’analisi del Sentiment è capace di rispondere alla seguente domanda: “Quando le persone parlano di noi sul web lo fanno in modo positivo o negativo?”.

Sapevi che con il corso professionale o Master di I livello in Digital Marketing Specialist della Digital School puoi approfondire questi argomenti e diventare un/una vero/a professionista dei social e del mondo digitale?

Scopri di più sul nostro sito!

L'INNOVATIVA ED EFFICACE METODOLOGIA DIDATTICA DELLA DIGITAL SCHOOL DI ECAMPUS PREVEDE

INSEGNAMENTI FULL-ONLINE
con materiali sempre disponibili

INSEGNAMENTI VIA WEBINAR
su argomenti specifici (formula weekend)

WORKSHOP IN PRESENZA
esperienze concrete e laboratori pratici (opzionali)

TUTORSHIP
supporto allo studio e alla crescita professionale

TIROCINIO FORMATIVO
in aziende selezionate e convenzionate