Il piano di social media marketing

Il piano di social media marketing è il riepilogo delle attività di social media marketing che un’azienda vuole mettere in atto, ma anche di tutto quello che spera di ottenere a favore del business e del rafforzamento del proprio brand tramite l’utilizzo dei social media. Un buon piano di social media marketing dovrebbe contenere un’analisi della posizione dei clienti, gli obiettivi legati alla loro posizione, ma anche i social network che l’azienda vuole sfruttare per arrivarci. La prima cosa che deve fare l’azienda per realizzare un piano di social media marketing è stabilire degli obiettivi.
L’individuazione di questi obiettivi permette a un’azienda di reagire quando una campagna di social media marketing non soddisfa appieno le aspettative aziendali.
La mancanza di obiettivi non permetterebbe ad un’azienda di valutare il successo di una campagna di social media marketing e neanche il ritorno sugli investimenti (ROI). Gli obiettivi dovrebbero essere in simbiosi con la strategia di marketing per far si che gli sforzi sui social network siano indirizzati agli obiettivi di business. Nel momento in cui un’azienda stabilisce degli obiettivi dovrebbe avvalersi dell’approccio SMART, vale a dire:

Specifico (Specific): l’individuazione di un’area di miglioramento specifica.

Misurabile (Measurable): suggerire un indicatore dei miglioramenti compiuti.

Realizzabile (Achievable): stabilire l’obiettivo principale e aggiungerlo agli altri obiettivi
aziendali.

Realistico (Realistic): indicare i risultati che possono essere raggiunti.

Correlato al tempo (Time-related): indicare quando si possono ottenere i risultati.
La seconda cosa che deve fare l’azienda è valutare l’utilizzo dei social media, come Facebook e
Instagram, e la sua efficacia. Questo vuol dire comprendere chi si connette con l’azienda, ad
esempio di camicie, e il suo brand tramite i social media, quali social vengono usati dal target
aziendale e per quali motivi la presenza aziendale sui social media è paragonabile a quella delle
aziende concorrenti. Per fare ciò, l’azienda può utilizzare il modello di audit (che vuol dire verifica).
Non è altro che una verifica da parte dell’azienda per raccogliere informazioni che orbitano attorno
all’attività di un brand sui social media, soprattutto su Instagram. Dopo aver effettuato l’audit,
l’azienda avrà un quadro completo sulle piattaforme social su cui è presente. Una volta completato
l’audit, l’azienda deve scegliere il tipo di presenza sui social media L’azienda dovrebbe scegliere i
social media che sono in linea con la missione e gli obiettivi social.

La Seo

L’azienda può ottimizzare i propri profili social per la SEO (Search Engine optimization) e questo può contribuire ad
incrementare il traffico web sui diversi social media nei quali è presente l’azienda. Se l’azienda non sa quali tipi di contenuti e informazioni possono ottenere il maggior engagement, può farsi ispirare dai contenuti delle aziende concorrenti operanti nello stesso settore. Dagli opinion leader (gli influencer), che possono ispirare gli utenti sulle diverse piattaforme social tramite i contenuti che condividono e la maniera con cui diffondono i loro messaggi. Dai leader di settore.
Per esempio, Red Bull e la Taco Bell attuano una strategia di social media marketing molto efficace che consente loro di avere un vasto pubblico di riferimento e di rendere credile il proprio brand. Il piano di social media marketing in genere contiene un piano di content marketing. Esso comprende una pianificazione dei contenuti, un calendario editoriale (chiamato cronoprogramma) di pubblicazione online dei contenuti. Il calendario editoriale comprende le date e il numero di volte in cui l’azienda aggiorna i blog, la pubblicazione dei post, eccetera. Infine, l’azienda deve modificare il piano di social media marketing sottoponendolo a test. Ad’ esempio può tracciare il numero di clic che i suoi link ottengono su uno specifico social network usando gli URL. Anche i sondaggi, sia online che offline, sono un buon mezzo per valutare il successo di un’azienda. L’azienda può rivolgere domande ai propri follower sui vari social o può utilizzare le proprie mailing list. Alla fine, quello che conta è che un piano di social media marketing dovrebbe essere modificato in continuazione. Dato che l’azienda evolve nel tempo, dovrebbe inserire al suo interno nuove funzioni o addirittura incrementare la propria presenza sui diversi social media per alcuni prodotti o aree geografiche. Dopo aver descritto il marketing e il piano di social media marketing si parlerà del social media marketing.

di Daniele Mescioli

Studente Digital Marketing Specialist

L'INNOVATIVA ED EFFICACE METODOLOGIA DIDATTICA DELLA DIGITAL SCHOOL DI ECAMPUS PREVEDE

INSEGNAMENTI FULL-ONLINE
con materiali sempre disponibili

INSEGNAMENTI VIA WEBINAR
su argomenti specifici (formula weekend)

WORKSHOP IN PRESENZA
esperienze concrete e laboratori pratici (opzionali)

TUTORSHIP
supporto allo studio e alla crescita professionale

TIROCINIO FORMATIVO
in aziende selezionate e convenzionate