Cosa cambierà sui social: le news della settimana

Le novità social non mancano neanche questa settimana. Anzi, sembra proprio che ultimamente le nostre piattaforme preferite siano in particolare fermento.

Scopriamo insieme le ultime news, ma prima… ti lasciamo anche quelle della settimana scorsa nel caso in cui ve le foste perse!

Novità social su Instagram

Per quanto riguarda Instagram abbiamo ben due novità questa settimana.

In primo luogo, sembra che la famosa piattaforma di Meta stia testando la possibilità di aggiungere brani al proprio profilo.

Per i più “anziani” l’idea non risulta essere poi così innovativa. Molti di voi ricorderanno, infatti, che una cosa del genere si era già vista sul vecchio e amato social che spopolò durante i primi anni del 2000: MySpace.

Anche lì, effettivamente, era possibile inserire nelle impostazioni una canzone nell’homepage del proprio profilo. Per quanto riguarda Instagram, non è ancora chiaro se il brano verrà riprodotto automaticamente o meno.

In secondo luogo, un’altra novità social della piattaforma riguarda le impostazioni sulla sicurezza. Queste ultime, infatti, verranno ulteriormente aggiornate con un potenziamento dei filtri per rilevare anche gli errori di ortografia intenzionali dei termini offensivi e per limitare l’invio dei DM contenenti spam o truffe.

In più, il social annuncia anche un miglioramento nella funzione di blocco degli account. Sembra proprio che a breve sarà possibile non solo bloccare un profilo, ma anche tutti quelli che il proprietario potrebbe avere o creare.

Infine, secondo dei rumors, sembra che Instagram stia lavorando sulla barra di ricerca delle Stories, un’opzione molto richiesta fra gli utenti della piattaforma.

Le novità di Facebook: stop agli Instant Articles

Dopo sette anni dal lancio, Instant Articles (il formato Facebook che permetteva di visualizzare articoli validati senza uscire dalla piattaforma) sta chiudendo i battenti.

Il motivo è molto semplice: risulta che, su Facebook, neanche il 3% degli utenti di tutto il mondo si soffermino sugli articoli collegati a notizie.

Insomma, dal 2023 sarà messo un fermo agli investimenti per promuovere questo formato, in favore di un feed molto più simile a quello di TikTok. Verranno quindi maggiormente implementati i video che, secondo il team di META, sono più in linea con l’interesse degli utenti.

Novità social di TikTok

Anche TikTok presenta ben due novità social questa settimana.

La prima riguarda TikTok Now, una nuova impostazione palesemente ispirata al nuovo social francese che sta spopolando tra la GenZ: BeReal.

TikTok Now, effettivamente, consentirà agli utenti dei contenuti realizzati sul momento utilizzando entrambe le telecamere: quella interna e quella esterna.

Anche in questo caso, si riceverà una notifica in un momento casuale della giornata in cui si chiederà all’utente di immortalare quello che sta facendo in quell’istante.

La seconda news riguarda delle modifiche riguardo la funzione di streaming sulla piattaforma.

Infatti, a partire dal 23 novembre, l’età minima per ospitare dirette streaming su TikTok sarà 18 anni e non più 16. Allo stesso modo, chi avvierà una diretta potrà farci intercettare solo da persone “più adulte” per veicolare meglio e in modo più appropriato i messaggi e i contenuti.

L’acquisto di Twitter è sempre più vicino

È – quasi – ufficiale: Elon Musk acquisterà Twitter entro la fine del mese per la “modesta” cifra di 44 miliardi di dollari.

L’uomo più ricco del mondo afferma chiaramente che sta pagando una somma eccessiva per il social, ma che allo stesso tempo è consapevole che quest’ultimo gli porterà grandi benefici a lungo termine.

Chi lo sa… sarà davvero la fine di tante e incessanti turbolenze?

Le novità dei gruppi Whatsapp

Già da tempo i gruppi di Whatsapp possono essere frequentati da 512 persone: un numero sicuramente meno limitato rispetto a prima. Tuttavia, questo numero è destinato ancora a crescere: prima o poi potranno partecipare nei gruppi fino a più di 1.000 utenti.

A seguito di questo aumento, Whatsapp implementerà anche un elenco di utenti in sospeso che dovranno essere approvati per essere inseriti nel gruppo.

In più, la piattaforma cercherà di aumentare anche il numero di persone che potranno partecipare alle chiamate di gruppo. Per ora il limite massimo è fissato a 32 persone.

L'INNOVATIVA ED EFFICACE METODOLOGIA DIDATTICA DELLA DIGITAL SCHOOL DI ECAMPUS PREVEDE

INSEGNAMENTI FULL-ONLINE
con materiali sempre disponibili

INSEGNAMENTI VIA WEBINAR
su argomenti specifici (formula weekend)

WORKSHOP IN PRESENZA
esperienze concrete e laboratori pratici (opzionali)

TUTORSHIP
supporto allo studio e alla crescita professionale

TIROCINIO FORMATIVO
in aziende selezionate e convenzionate